Creare una fascia porta bebè nuova è un processo. Lungo processo.

Ci vogliono tante prove. Prove di materiali, prove di colori, combinazioni. Per ricordare alla fine poi cosa si è fatto per ottenere la fascia dei sogni, bisogna annotarsi tutto per ricordarsene anche per il futuro. Si fa la ricetta per creare una fascia portabebè.

Ti è mai capitato di inventare un nuovo piatto in cucina? Hai scelto gli ingredienti, assaggiato, aggiunto un po’ di spezie, assaggiato di nuovo, aggiunto un altro po’ di questo e quello… e, voilà! É venuto un capolavoro.

E poi lo riprovi a preparare un’altra volta ma non ci riesci più perché non avevi scritto tutto quello che avevi fatto e messo quella volta per farla venire così buona. Non avevi scritto la ricetta.

La ricetta per creare una fascia portabebè

Eh si! Perché ogni fascia ha la sua ricetta che ne spiega gli ingredienti e le loro quantità. Prima di arrivare a scrivere la ricetta della fascia, bisogna studiare la struttura del tessuto, i filati, le fibre, i colori e i loro abbinamenti.

Creare un nuovo tessuto è un processo lungo, proprio come creare una nuova ricetta in cucina.

Prove, abbinamenti di ingredienti. Un pizzico di questo, un pizzico di quello. Per arrivare al tessuto finale che soddisfi, sia esteticamente che funzionalmente, ci vuole pazienza, tempo e soprattutto conoscenza.

Leggi anche Come nasce una fascia rigida

Il morbido tessuto è il risultato di un lavoro tecnico

Una delle nostre linee guida è sempre stata la qualità. E, per raggiungere un risultato di qualità, é necessario studiare anche la struttura del tessuto. Le fasce porta bebè devono avere delle caratteristiche tecniche particolari.

La conoscenza dei tipi di filati è davvero importante. Bisogna conoscere i diversi tipi di fibre e come si comportino. La nostra tessitrice è una vera esperta in materia. Grazie alla sua lunga esperienza come ingegnere tessile è in grado di capire anche l’aspetto tecnico delle fibre.

Per creare un tessuto per le fasce porta bebè bisogna conoscere le caratteristiche necessarie. Questo perché la fascia porta bebè con cui leghi il tuo bambino deve essere soprattutto sicura e comoda.

Come si crea sicurezza e comodità?

La sicurezza e la comodità tecnica si crea con elasticità diagonale, che permette di legare il bambino in modo comodo ma fermo. Invece il tessuto della fascia portabebè non deve essere elastico verticalmente per non permettere che il bambino possa cadere verso in basso.

Per creare queste caratteristiche tecniche, bisogna avere una profonda conoscenza dei metodi di tessitura. Tessere una fascia portabebè è diverso dalla tessitura di un lenzuolo o di una tovaglia.

I filati di qualità sono la base della comodità. L’utilizzo esclusivamente dei filati certificati naturali e organici completano l’aspetto di sicurezza delle nostre fasce porta bebè.

Leggi anche 8 Motivi per scegliere una fascia in cotone organico.

E poi le spezie – i colori!

Io amo i colori e ci sono così tante alternative da scegliere che é veramente da impazzire!

Chi conosce le fasce Inkanto, probabilmente avrà notato che il colore non è composto da un filato di un unico colore. Uniamo 2 diverse tonalità di filati insieme, contemporaneamente, nella navetta (l’attrezzo che contiene il filato e trasporta i filati stessi in mezzo all’ordito, la base del tessuto).

In questo modo si creano dei colori che danno quel tocco di originalità e artigianalità che i tessuti prodotti industrialmente non hanno. Questa è una delle caratteristiche più importanti delle nostre fasce porta bebè.

Tanti colori!

E, come già detto sopra, i singoli colori sono tantissimi – per non parlare di quanti ne puoi creare unendoli tra loro!

A volte i 2 colori che sembrano andare bene insieme creano un risultato tutt’altro che gradevole. A volte, invece,. unendo due colori che non pensavi minimamente di poter unire, insieme creano un qualcosa di spettacolare.

E per ricordare tutto

Una volta raggiunto il risultato desiderato, si scrive la ricetta per poterla replicare nella produzione tutte le volte che vogliamo. Si tratta di scrivere tutti gli ingrediente in quantità e proporzioni giuste, ordine dei fili e codici di colori. E poi la conserviamo per la prossima volta :)