72

“Cosa ho sbagliato nella manutenzione fascia porta bebè misto lino?” Hai lavato la tua fascia misto lino, e, anche se hai fatto tutto come diceva l’etichetta di manutenzione, la fascia sembra di essere diventata dura e tutta stropicciata.

Avevi letto che il lino come materiale era favoloso e sapevi persino che come materiale ha bisogno un attimino in più di uso prima di scoprire tutta quella morbidezza unica del lino. E ora hai tra le mani qualcosa che sembra più carta vetrata che tessuto ed è pure tutto stropicciato. Anche la ruvidità e le pieghe sono caratteristiche del lino, di cui abbiamo parlato in precedenza.

 

Le pieghe e la ruvidità sono normali ma così le eviti

Tranquilla! Non hai sbagliato niente se l’hai lavato secondo le istruzioni. Avrai anche sentito che il lino resiste alle alte temperature di lavaggio. Corretto. Ma spesso nella composizione del tessuto c’è anche cotone e/o qualche altra fibra per cui bisogna rispettare le esigenze dei vari filati e lavare la fascia alla temperatura indicata nelle istruzioni di lavaggio.

Il lino tende ad acquisire molto facilmente le pieghe, se piegato per molto tempo. Per questo consiglio di conservare le fasce misto lino arrotolate piuttosto che piegate. In questo modo si evita la comparsa delle pieghe, che anche con il ferro da stiro e vapore sono molto difficili, quasi impossibili da eliminare.

 

Qualità del lino conta

Dipende molto anche dalla qualità del filato di lino che si utilizza per la tessitura. I filati di qualità vengono prodotti dalle fibre lunghe della pianta, rendendo il filato più liscio e più piacevole alla pelle. Più lunghe le fibre, meno legnoso è il risultato finale.

Il tessuto di lino di elevata qualità e di assoluto pregio è facile da riconoscere:  è fine, leggero, elegante, confortevole e bello alla vista e al tatto.

 

Bagnare…

Della manutenzione fascia porta bebè misto lino abbiamo già parlato in questo articolo precedente, per cui se non l’avessi ancora letto, te lo consiglio!

Ti ricordo soltanto di non riempire troppo il cestello della lavatrice, così la fascia ha lo spazio necessario e non rimane stropicciata per tutto il tempo di lavaggio.

Se la tua fascia misto lino presenta delle pieghe, puoi mettere la tua fascia in ammollo in acqua tiepida prima lavarla. Il lino è una fibra con alta capacità di assorbimento. In questo modo il filato in lino assorbe l’acqua, si gonfia, e le pieghe si raddrizzano.

Dopo il completamento del ciclo di lavaggio non lasciare la fascia nel cestello ma appena possibile ti consiglio di stenderla al fine di evitare pieghe, stropicciature o aloni di umidità.

Come già scritto nel post Come lavare una fascia porta bebè, per conservare bene una fascia è bene evitare i lavaggi troppo frequenti. Questo perché ogni ciclo di lavaggio consuma il filato e se fatto troppo di frequente, la fascia potrebbe perdere le sue qualità sia funzionali che estetiche. 

Infatti spesso basta anche solo di stendere la fascia all’aria aperta per rinfrescarla. Alla presenza di una macchia è possibile provare a trattarla con un pò di sapone di marsiglia solo localmente. E solo quando è proprio necessario, eseguire un ciclo di lavaggio completo.

 

E stirare…

La cosa migliore per riuscire a stirare bene la fascia misto lino è stirarla quando è ancora abbondantemente umida. Il ferro può essere impostato alla temperatura per il lino (se la composizione non contiene fibre artificiali!), e se hai uno ferro da stiro a vapore, con l’opzione di vapore attivato.

Il vapore è un ottimo modo anche solo per ammorbidire la fascia misto lino. Puoi stirare la tua fascia anche più volte all’inizio per far uscire tutta l’eleganza e la morbidezza del lino!

 

In sostanza:

  • stirare quando la fascia è ancora molto umida
  • stirare con vapore
  • non conservare la fascia piegata
  • appenderla o arrotorarla per evitare le pieghe